oltre il confine dell’oasi_giovani professionisti

anna_cappelli

ANNA CAPPELLI        
di Annibale Ruccello
con Annamaria Troisi
regia Annamaria Troisi
Indigena Teatro

venerdì 18 novembre
ore 21.00

A trent’anni dalla scomparsa del drammaturgo campano Annibale Ruccello, Anna Cappelli continua ad essere un personaggio estremamente attuale e con il quale da subito è facile entrare in empatia. A parlarci non è un’eroina e la sua storia è una storia come tante ed proprio in questa semplicità che risiede la chiave del successo della pièce teatrale. È una donna che prova, attraverso rinunce e compromessi, ad essere felice. Dopo aver lasciato la famiglia per lavorare in una città, che invece conserva tutte le dinamiche di un piccolo paese fatto di superstizioni e pregiudizi, si lega sempre più al Ragionier Tonino Scarpa del quale si innamora “follemente” e che per lei rappresenta tutto: sicurezza, protezione e stabilità. Ed è a questo che la nostra protagonista non vuole rinunciare. La fragilità emotiva, l’incapacità di gestire il confronto con gli altri, i cambiamenti e una realtà che si dimostra essere totalmente diversa dalle aspettative, spingono Anna a compiere, nell’ultimo quadro visivo, il suo necessario quanto disperato “atto d’amore”.

otello

OTELLO    
regia di Mario Gonzalez
con Carlo Decio
Teatro Indaco

venerdì 3 febbraio
ore 21.00

“ Otello “ racconta la straordinaria tragedia Shakespeariana, sono tante le tematiche affrontate nell’opera Shakespeariana che scava nell’animo umano e ne scopre le sue debolezze.

rien-ne-va-plus

RIEN NE VA PLUS     
regia Nicoletta Robello Bracciforti
di e con Marina Romondia

venerdì 17 febbraio
ore 21.00

Che cos’è il gioco, o meglio l’azzardo che del gioco è la febbre essenziale, se è vero che sembra far parte della natura umana tanto da far apocrifa comparsa anche nella storia di Cristo con le sue vesti di condannato a morte contese a dadi dalle guardie ai piedi del Golgota?