Eventi Speciali

sabato 31 agosto e domenica 1 settembre                                                             MASTERCLASS IN FOTOGRAFIA PER IL CINEMA                                              diretto da Philip Bloom

Nell’incantevole cornice del Teatrino Groggia di Venezia, in collaborazione con la Municipalità di Venezia, Murano e Burano e il progetto Cantiere Groggia, Kinocchio propone, proprio in coincidenza con la 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, un’esperienza didattica altamente professionale: una Masterclass di due giorni con Philip Bloom, regista e direttore della fotografia inglese, tra i più influenti professionisti della nuova era del cinema, quella digitale. I partecipanti, durante la Masterclass, saranno impegnati in uno speciale contest di ripresa, in cui avranno l’occasione di usare le loro videocamere seguiti del docente e dei suoi assistenti, che li consiglieranno durante tutte le fasi del lavoro, e risponderanno ad ogni curiosità tecnica.

per maggiori informazioni iscriversi sul sito: www.kinocchio.com

venerdì 19 ottobre ore 19
FUORISEDEDENTROVENEZIA
Premiazione del concorso letterario
promosso da Cerchidonda con Il Patronato dei Frari e Metricubi
e presentazione della web TV a cura di Studio Liz

Il progetto FUORISEDEDENTROVENEZIA è un laboratorio aperto, un percorso condiviso e partecipativo, frutto della collaborazione tra diversi soggetti e realtà associative della città. Un’indagine a questionari per calibrare le diverse esigenze dell’utenza studentesca, una Web-Tv che tramite la forma reportistica e della video-intervista dà voce e forma ai soggetti e luoghi del tema, un concorso letterario per racconti brevi che stimola nuove ed immaginifiche visioni sul tema. I 10 racconti selezionati da Cerchidonda, che saranno pubblicati in un volumetto, sono stati valutati da una commissione composta dal sociologo e Assessore alle Politiche Giovanili e Pace del Comune di Venezia Gianfranco Bettin, dall’editor Marsilio Editori Jacopo De Michelis e dagli scrittori Tiziano Scarpa, Giovanni Montanaro e Alberto Toso Fei. La commissione premierà in questa occasione con un premio di 500€ il primo classificato dei dieci e si riserva la possibilità di una menzione speciale della giuria per il secondo.

 

martedì 18 dicembre ore 21
ORLANDO INNAMORATO

Lettura scenica con gli allievi dell’anno di specializzazione dell’ATV
Diretti da Paola Bigatto e Michele Modesto Casarin

L’Accademia Teatrale Veneta, nata dall’unione di tre compagnie professionali (Pantakin, Questa Nave e VeneziaInScena) che hanno voluto combinare le proprie risorse e le esperienze maturate in oltre 15 anni di attività di formazione in ambito teatrale, a partire dal 2011 è un Organismo di formazione riconosciuto dalla Regione del Veneto e, al termine del percorso formativo, rilascia ai propri allievi un attestato di qualifica professionale. La scuola è composta da un biennio di formazione seguito da un anno di specializzazione; quest’ultimo offre ai giovani allievi-attori una prima esperienza in ambito professionale attraverso l’allestimento e la rappresentazione pubblica di spettacoli, sotto la direzione di registi-pedagoghi. È in questa direzione che il Teatro Groggia vuol diventare il palcoscenico di prova nel primo dei lavori su cui gli studenti saranno impegnati nel loro ultimo anno Accademico, guidati da Paola Bigatto e Michele Modesto Casarin.

venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile                                                         EVENTO SPECIALE – GENERAZIONE INFANZIA
I Concorso “Città di Venezia” per giovani pianisti
Associazione Lambarena

In considerazione della presenza nella città di Venezia del Conservatorio di Musica, del Liceo Musicale, della Scuola Media Musicale e di altre scuole private, nonché l’esistenza del prestigioso Concorso “Premio Venezia” che premia i migliori diplomati italiani in pianoforte al Teatro La Fenice, si sente l’esigenza di rivolgersi anche ai piccoli pianisti, incentivando il loro studio con una competizione che possa offrire un ulteriore stimolo di crescita personale.

venerdì 19 aprile ore 21
TRANSREGIONI
DIALOGHI CON PAVESE 2#

progetto ideato da Orlando Forioso
Empusa Teatro e Teatroeuropa Corsica

A cento anni di distanza dalla sua nascita, il Mediterraneo di Cesare Pavese può dire ancora molte cose di noi, oggi. E soprattutto, dirle ai giovani. Infatti i giovani, più di tutti, con i loro dubbi, le loro inquietudini, possono subire il fascino della scrittura di Pavese, della sua visione “diversa” del Mito, della sua visione tutta particolare del Mediterraneo. A loro parla Pavese, ai giovani, e gli ricorda che quando si parla, qualcosa si placa nel nostro cuore. Prosegue per il secondo anno la sperimentazione di una relazione artistica tra due realtà teatrali, una giovane, la veneziana Empusa Teatro ed una consolidata, la corsa Teatroeuropa Corsica. Una serata di riflessioni dedicata a Pavese e al loro incontro.

domenica 21 aprile ore 21                                                                                SMONKIANA
con ZVUK QUARTET

LUCIANO CARUSO: sax soprano curvo
JACOPO GIACOMONI: sax contralto
ALBERTO COLLODEL: clarinetto basso
PIERO BITTOLO BON: sax baritono

Il progetto principale che ZVUK sta portando avanti è una rapsodia in quattro parti dal titolo “Smonkiana”, una rilettura/ricomposizione dei brani di Thelonious Monk ad opera di Luciano Caruso.
“Smonkiana” è un tessuto musicale la cui trama è formata dall’intero corpus compositivo del pianista statunitense e il cui ordito è costituito dalle improvvisazioni dei quattro fiati, che spaziano dal free al blues, dalla conduction al minimalismo. E’ un’esplorazione attraverso le vertiginose e spigolose strutture armoniche monkiane e, al contempo, un’indagine sulle possibilità d’interazione e contrasto tra queste quattro identità melodiche.
In “Smonkiana” i settanta temi di questo maestro del ‘900 convergono in un’unica composizione: le quattro voci non si limitano ad esporre uno sterile collage di brani, ma danno corpo ad uno spazio sonoro inedito ed attuale; intraprendono un intenso e tortuoso viaggio di cui Thelonious Monk è la bussola e non la direzione; perchè, come diceva Mahler, «La tradizione non è la venerazione delle ceneri, bensì la trasmissione della fiamma».

Management: Maurizio Zorzi +393425264972
Biglietto unico : 5 euro

venerdì 3 maggio ore 21
VARIAZIONI SUL MITO

a cura di Centro studi classicA IUAV – Associazione Engramma                             MEMORIE DI ANTINOO

con Stefano Scandaletti
testo: Monica Centanni, Daniela Sacco
da Marguerite Yourcenar e Asclepiade, Meleagro, Pausania, Elio Sparziano, Aurelio Vittore, Giovanni Boccaccio, Giordano Bruno, Oscar Wilde, Konstantinos Kavafis, Thomas Mann, Fernando Pessoa, Cesare Pavese, Pier Paolo Pasolini

musiche: Domenico Calabrò

Antinoo compare dall’Ade rievocato in sogno dagli ultimi aneliti di desiderio dell’amato Imperatore Adriano, ormai morente. La memoria del bellissimo giovane è forzata così a risvegliarsi dall’oltretomba per farsi immagine e parola, sempre più vivide a mano a mano che il ricordo prende forma. Non senza resistenza Antinoo ripercorre a ritroso le vicende che gli hanno dato vita, identità e gloria in terra fino al momento estremo della morte, per poi sottrarsi definitivamente al sogno di Adriano e tornare nel buio freddo di Ade, immemore di cos’era quand’era corpo vivo.

L’associazione Engramma si costituisce nel 2002, a partire dalla rivista web nata dal lavoro di ricerca del Seminario di Tradizione Classica del Centro studi Architettura Civiltà e Tradizione del Classico dell’IUAV di Venezia, coordinato da Monica Centanni. Studia i meccanismi di trasmissione dell’antico nella cultura e nell’arte occidentali e promuove la divulgazione delle ricerche attraverso l’organizzazione di convegni e conferenze, seminari, mostre, iniziative editoriali e pubblicazioni, rappresentazioni teatrali e cinematografiche, concerti, viaggi e attività a carattere culturale. Ha promosso una serie di iniziative, alcune delle quali sono ormai appuntamenti fissi per gli ‘addetti ai lavori’: tra queste il percorso teatrale Variazioni sul Mito, fino ad oggi legato esclusivamente al Teatro Goldoni, ma che quest’anno si apre ad altri spazi della città, come al Teatrino Groggia grazie alla collaborazione di mpg.cultura.

Biglietto 8 euro / gratuito per studenti IUAV che si prenotano (posti limitati)