EVENTI SPECIALI

Martedì 18 novembre, ore 21.00

INCONTRO CON EUGENIO ALLEGRI E LEO MUSCATO: RACCONTI PER UN NUOVO PROGETTO

A termine del progetto di residenza al Teatro Groggia, Eugenio Allegri incontrerà il pubblico del Teatro per raccontare prima del debutto il nuovo progetto Edipus, la nuova produzione teatrale di Leo Muscato per la prossima stagione.

Edipus segna in qualche modo un ritorno al progetto “Ri-scritture”, che si è conquistato numerosi consensi di critica e di pubblico, e centinaia di rappresentazioni in tutto il territorio nazionale. Un tentativo di rileggere il classico con gli occhi del contemporaneo, interesse comune tanto al Testori drammaturgo, che al Muscato regista e qui anche adattatore di una delle più importanti opere della nostra drammaturgia. Il lavoro su Edipus, a distanza di vent’anni dalla storica interpretazione di Sandro Lombardi e a quasi quaranta dall’esordio con Franco Parenti, è pensato proprio per Eugenio Allegri, contemporaneo e avanguardista “comico dell’arte”, sperimentatore linguistico e interprete tra i più raffinati della nostra scena. Edipus segna la prima esperienza di Allegri sotto la direzione di Muscato. Una grande prova d’attore e un grande testo, per una scommessa che si preannuncia tra le più interessanti della prossima stagione.

 

Giovedì 20 novembre, ore 18.00

NITTY GRITTY TALK

«It’s hard to do these things alone!»
Esercizi pubblici di estetica emotiva

Il Teatro Groggia ospita uno dei due appuntamenti previsti per raccontare il nesso tra città, pratiche artistiche, immaginari e spazi: i NITTY GRITTY TALKS, un progetto di arte pubblica che trasforma alcuni luoghi di Venezia in un night-club per il tempo di una notte, coinvolgendo musicisti, artisti, studenti, curatori, performer non professionisti e le comunità che li abitano o ci vivono vicino.

L’arte incontra le relazioni territoriali, la memoria collettiva e la narrazione dello spazio. Pratiche relazionali e d’arte pubblica come discorsi sociali. Partecipazione e collaborazione come strumento, come forma, come fine. Alcuni esempi artistici inseriti in contesti urbani. Relatori: Riccardo Caldura, Roberto Pinto, Chiara Vecchiarelli, Lia Viola.

 

Domenica 14 dicembre

NATALE FATTO A MANO

in collaborazione con Cooperativa sociale La Gagiandra

Torna per la terza edizione la giornata dedicata alle associazioni, all’artigianato sostenibile, alla creazione attraverso il riciclo, all’illustrazione e al design “chilometro zero”.

 

Domenica 11 gennaio, ore 21.00

INCONTRO CON VITTORIO MATTEUCCI

con la partecipazione della band Women back from Hollywood

Al termine del seminario La voce non mente al Teatro Groggia nei giorni 10 e 11 gennaio, promosso da mpg.cultura in collaborazione con l’associazione culturale musicale Far Note, la serata dell’11 gennaio sarà dedicata a un imperdibile momento di restituzione aperto alla cittadinanza, in cui Matteucci parlerà di sé, racconterà il lavoro svolto durante lo stage e introdurrà un divertente momento musicale a cura della band Women back from Hollywood e da lui stesso “ottimizzato”.

 

Venerdì 27 marzo, ore 20.00

IL FILO SENZA TEMPO, LE MERLETTAIE RACCONTANO

Una serata dedicata al progetto “I racconti del filo di Arte-Mide”

L’evento al Teatro Groggia sarà realizzato sotto forma di manifestazione artistico-documentaristica e presenterà, attraverso l’uso di diversi linguaggi espressivi, le ricerche realizzate nel corso degli ultimi sette anni. Al termine della presentazione, verrà aperto un dibattito sulle condizioni delle merlettaie e sul merletto nel corso dei secoli. Saranno in sala diverse associazioni di merlettaie attive sia a Venezia che nel Veneto

 

Venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 aprile

III CONCORSO “CITTÀ  DI VENEZIA” PER I GIOVANI PIANISTI

a cura di Associazione Lambarena

 

Sabato 30 maggio, ore 20.45

SPETTACOLO DI DANZA CLASSICA INDIANA
DANZE KATHAK & BHARATANATYAM

con

Anuj Mishra – danza kathak
Kantika Mishra – danza kathak
Neha Singh – danza kathak
Marianna Biadene – danza bharatanatyam
Vikash Mishra – percussioni tabla
Hriday Desai – voce e harmonium

Domenica 31 maggio, ore 15,30

FESTIVAL DEI MATTI 2015 – politiche/poetiche
Franco Basaglia e dintorni. Le storie che ne vengono

a cura di Anna Poma

Per dissequestrare la follia dalle segregazioni plurime che le abbiamo riservato occorrono varchi, vie d’uscita. Porte aperte, si diceva e si continua a dire. Ma non basta spostarla, dobbiamo farcene spostare. Non basta ripensarla, dobbiamo lasciarci pensare da lei. Dobbiamo ammettere rovesciamenti,  incroci, commistioni. Le politiche, da sole, corteggiano  le istituzioni e lo diventano, traducendosi  in mera amministrazione dell’esistente. Le poetiche, da sole, annunciano mondi sospesi nel  vuoto, confusi dal vuoto. Senza corpo e schiacciati dai corpi. Vorremmo politiche che prendano il largo dai dati di fatto, poetiche capaci di farsi mondo. Utopia della realtà, diceva Basaglia. La sfida che lanciamo.

ore 15.30

Franco Basaglia e dintorni. Le storie che ne vengono
Presentazione di libri con gli autori Alberta Basaglia, Le nuvole di Picasso, Feltrinelli, 2014
Franco Rotelli, L’istituzione inventata, Collana 180, Alphabeta Verlag, 2015
Giovanna Del Giudice, E tu, slegalo subito…… Collana 180, Alphabeta Verlag, 2015
Piero Cipriano, Manicomio chimico, Elèuthera, 2015
Ne discutono con gli autori Marina Maruzzi e Anna Poma

ore 18.30

Voce di donna, voce di Goliarda Sapienza.
Un racconto reading performativo di Anna Toscano, Fabio Michieli e Alessandra Trevisan

ore 21.00

La signora G. Conferenza spettacolo su Goliarda Sapienza
Pièce teatrale di Cristiana Raggi su Goliarda Sapienza

Giovedì 27 agosto, ore 18,30

Alterity for Art è un bando per una residenza d’artista nella sede di Venezia – S. Alvise della Casa dell’Ospitalità. 
Con la collaborazione di Glossom e della Cooperativa sociale La Gagiandra.

B&A in collaborazione con la Fondazione di Partecipazione Casa dell’Ospitalità lancia “Alterity for Art . L’artista, gli Altri e Venezia“, la prima open call per una Residenza d’Artista nella sede veneziana della Fondazione.
Nel parco di Sant’ Alvise, affacciato sulla Laguna, la Casa dell’Ospitalità di Venezia accoglie venti uomini delle oltre cento persone senza dimora che vivono nelle varie strutture della Fondazione.
Dalla Casa dell’Ospitalità lo sguardo si apre sulla Laguna nord: isole abbandonate, vecchie fabbriche, l’aeroporto, il Ponte della Libertà, il profilo della città di terraferma. Talvolta ti sorprende il panorama nitido delle Dolomiti liberato dai venti.
La Casa dell’Ospitalità è un approdo: si raggiunge per rotte precise ma più spesso per inaspettate o imprevedibili derive. Durante la Residenza l’artista sarà ospite fra gli ospiti.

L’energia dell’arte saprà innescare nuove dinamiche e aprire inattese relazioni con le persone che abitano la casa comune di S. Alvise?

Il bando è reperibile a questo link (clicca qui)

Saprà raccontare alla Venezia ignara di questo mondo lo spazio sospeso tra acqua, terra e cielo, il luogo ideale per osservare con sguardo nuovo sé stessi, la città e il mondo?

Per questo evento speciale B&A conta sul supporto di:
Glossom, una piattaforma per artisti e creativi
Cooperativa sociale La Gagiandrae la curatela preziosa di Daniela Rosi, esperta di Outsider Art (clicca qui)
Il progetto B&A nasce dall’idea di un gruppo di professionisti e creativi comereazione al processo di abbandono di intere porzioni dei centri storici delle città in cui lavoriamo e viviamo.
B&A nel 2013  è stato selezionato per il festival AFSNIT I a Copenhagen, in Danimarca. Un festival di idee per futuri possibili alla fine del quale abbiamo maturato la convinzione che B&A poteva diventare qualcosa di vero.
B&A mira a costruire una rete di atelier per artisti/viaggiatori, realizzati recuperando spazi dismessi o inutilizzati delle nostre città, in particolare negozi dei centri storici e aree artigianali.

Per informazioni 
B&A for Creativity
via Vivaldi 17
30035 Mirano (Ve)
contact@bed-and-art.net
bed-and-art.net

Sabato 10 ottobre, ore 21,00

Concerto presentazione del disco PAPER WINGS di Teti Cortese

In collaborazione con la Municipalità di Venezia Murano e Burano, mpg.cultura ed En Music Production ed accompagnata dalla sua band e da alcuni sensazionali ospiti che hanno collaborato per la registrazione dell’album, Teti presenterà il suo primo lavoro alla città che ne è stata fonte d’ispirazione.

Ideato, prodotto, arrangiato, registrato e mixato da Enrico Scussat (En Music Production), master a cura di Claudio Zanbenedetti (Imput Level studio).

Hanno suonato:
Teti Cortese: voci
Marco Vavassori: contrabbasso
Enrico Scussat: chitarre
Leonardo Calcaterra: batteria

Con la partecipazione straordinaria di:
Alvise Seggi: violoncello
Alejandro Garcìa Hernandez: percussioni
Federico Nalesso: Trombone
Michele Bonivento: pianoforte
Lorenzo Malandrin: armonica
Women back from Holliwood: cori

Serata ad ingresso libero.
Consigliata la prenotazione.

Sabato 17 ottobre, ore 20,30

Proiezione del film L’Italia al tempo della Peste – Un film che parla anche di Venezia di Fulvio Grimaldi

con il patrocinio della Municipalità di Venezia Murano e Burano
Guarda il trailer qui
Serata ad ingresso gratuito. Consigliata la prenotazione

Venerdì 30 ottobre, ore 20.30

#MILIONIDIPASSI presentazione della campagna di Medici Senza Frontiere sul dramma delle migrazioni e delle popolazioni in fuga e del diritto alla vita, sull’accoglienza

a seguire

GRATITUDINI
della compagnia TalèaTEATRO

con Erica Taffara e Francesco Puccio

testi: “Noi non restiamo a guardare” testimonianze di richiedenti asilo

Una donna cammina sul fondo del mare, nel viaggio tra il Nord Africa e la Sicilia, e racconta.

Offerta libera
IL RICAVO SARA’ DEVOLUTO A MEDICI SENZA FRONTIERE